1. IN VIAGGIO CON I LIBRI – FURGOLIBRO E BICILIBRO

Il Furgolibro è un’idea chiusa da anni in un cassetto: un’idea che unisce la voglia di raccontare fiabe e storie in giro per i paesi e le campagne, alla possibilità di farlo attraverso un furgone, che possa contenere tutto. Quando un furgone bianco arriva, non si se dentro ci sarà il pane, oggetti di idraulica, di ingegneria o che altro, è solo un furgone VolksWagen 2,4, ma se ne apri i portelloni posteriori allora tutto diventa fiaba. E se ne apri il portellone laterale, magari, trovi anche dei libri in prestito. Il furgone si trasforma a destinazione raggiunta, con gesti semplici, in un luogo dove i bambini possono ascoltare storie o fermarsi a leggere un libro. Il furgone si trasforma grazie strutture asportabili di legno e stoffa. Il Furgolibro, è un modo di viaggiare, inquinante per carità, ma che raggiunge tutti quei luoghi da cui altrimenti i bambini si dovrebbero spostare, spostandosi “lui”, come portatore sano di cultura che si vuole contaminare di esperienze, luoghi, famiglie e persone.

Il Furgolibro, che è l’evoluzione del Librobus, esperienza già esistente e collaudata in diverse regioni del territorio nazionale, ma mai decollata nella provincia di Ancona e nella Regione Marche, rappresenta l’unione tra l’idea di prestito, di “biblioteca fuori di sé” e di invito alla lettura fatto in maniera spettacolarizzata: il furgone dell’Associazione allestito per diventare luogo di spettacolo e biblioteca mobile. Rappresenta la possibilità concreta di dinamizzare le lettura in modo da distribuire libri e sogni. Rappresenta inoltre l’evoluzione del “libro parlante” nella sua idea di coordinamento e unione di tutte le biblioteche del Sistema Bibliotecario Locale. Il prestito librario avverrà in collaborazione con la biblioteca locale.

Cos’è Bicilibro? È più di una bicicletta, non è solo libri. Bicilibro è singolare femminile. Bicilibro è una piccola biblioteca viaggiante costituita da una bicicletta tutta gialla e da un carrellino pieno di libri. Cosa c’è di meglio che leggere una bella storia seduti sulle panchine del parco con la bici parcheggiata vicino? Se poi la bicicletta è anche una biblioteca. Venite a conoscere Bicilibro.

“Il ciclismo è il massimo di possibilità poetica consentita al corpo umano. Una bicicletta può ben valere una biblioteca”. (Alfredo Oriani)

Bicilibro collabora con Bicipiù di Chiaravalle (An) e invita tutti i bambini e i loro genitori ad incontrarla a cavallo della propria bicicletta.

Acchiappasogni Teatro

Crediamo nel teatro in ogni sua forma, sia essa comunicativa, ludica, espressiva o onirica.

Crediamo nel teatro come mezzo, fine ed espressione di idee, emozioni, sentimenti, necessità.

Crediamo nel teatro.